IL RESPIRO DELLE PIETRE

IL RESPIRO DELLE PIETRE

Queste sculture sono la rincarnazione delle pietre buttate ai bordi dei campi dai contadini in quanto impediscono il loro lavoro di aratura.Sono frammenti del Monte Titano ,il monte di San Marino, di origine sedimentaria.Un tempo il mare copriva tutto , ma con il susseguirsi delle ere, sollevandosi dal fondo , il monte ha portato in superfice tracce di minuscole creature marine. Testimonianze del passato sono ad esempio piccoli denti di pesci o microscopiche conchiglie e granelli di sabbia compressi dagli anni e dal peso. La pietra non è quasi mai omogenea,a volte ci sono strati di sedimentazioni diversi tra loro che rendono la pietra ricca di inclusioni di carattere sabbioso (fragili) o conchiglie e coralli(compatti). 

La lavorazione di questa pietra inizia dal trasporto da siti non sempre accessibili, quindi rimane la fase meno piacevole; poi una volta arrivata in laboratorio la forma stessa della pietra mi suggerisce che cosa vuole diventare e inizia una specie di studio ; fasi successive sono approcci molto misurati fino a quando la pietra avrà una voce molto chiara che suggerisce dove orientare e con che intensità colpire con lo scalpello…si inizia a captare una sorta di respiro...

 

                                                                                          ANDREA ROSSI

IL RESPIRO DELLE PIETRE

IN COSTRUZIONE

il respiro delle pietre

IN COSTRUZIONE